Ginnastica in acqua in gravidanza

I corsi di ginnastica in acqua per donne in gravidanza

In gravidanza la ginnastica in acqua è un modo divertente di prepararsi al parto perché permette di aumentare la propria vitalità e, al tempo stesso, di tonificare la muscolatura, migliorare la flessibilità articolare e di rilassarsi profondamente.

Il tipo di lavoro svolto è specifico e tiene conto della particolare modificazione che subisce la fisiologia della donna in questo periodo. A partire dal cambiamento della silhouette, esteticamente evidente, ad arrivare sino a tutti quei sintomi che compaiono, a punta di quegli iceberg, che sono le modificazioni subite dai vari apparati. Ad esempio: il mal di schiena, il gonfiore degli arti, la ritenzione idrica, la diminuita capacità di concentrazione, la maggiore lassità dei legamenti, la maggiore fragilità a livello emotivo, l'aumento della fame e del sonno, i frequenti cali di pressione, ecc.

La lezione dura 50 minuti, il ritmo non ha nulla a che fare con le classiche lezioni della ginnastica in acqua. Qui ognuna ritrova il proprio ritmo, la propria dimensione nell'acqua, in maniera direttamente proporzionale alle capacità, alle dimensioni dela pancia, al mese di gestazione, alla stanchezza...

Gli obiettivi che si cercheranno di raggiungere durante il corso saranno:

  1. La tonificazione muscolare: verranno tonificati tutti i distretti muscolari compatibili con la gravidanza. Una particolare attenzione alla parte inferiore e media della muscolatura del retto addominale, che subisce una separazione, un allontanamento delle due metà dal centro verso i fianchi, facendo così perdere efficienza al muscolo per far posto alla pancia. Quindi non si andrà a sollecitare questa muscolatura nello specifico, ma quella parte che rimane al suo posto e quindi sulla parte alta del retto addominale, sugli obliqui, sui traversi. L'altro distretto da curare è quello legato alla parte alta del busto, che ha bisogno di un buon equilibrio antero-posteriore, soprattutto in funzione dell'aumento del seno, ma anche nel dopo parto, per evitare gli atteggiamenti cifotici del dorso assunti durante l'allattamento. Infine varrà fatta attenzione alla parte alta del bacino e agli arti inferiori, importanti perché debbono contenere il primo e sostenere il secondo.
  2. La respirazione: la respirazione e il rilassamento in acqua sono particolarmente importanti in un periodo ricco di cambiamenti emozionali come la gravidanza. Una respirazione più profonda e ampia ha molti effetti positivi sul benessere psicofisico ed è estremamente importante per migliorare la fiducia in se stesse e la calma. Gli esercizi di respirazione coinvolgono tutti i muscoli pelvici e li rendono più flessibili e più tonici in vista del parto.
  3. L'allungamento: si tratta di stretching specifico che ha come obiettivo principale l'allungamento degli adduttori, della muscolatura del piano perineale e della colonna vertebrale.
  4. La socializzazione: in un contesto così particolare, assolutamente non medicalizzato, dove le mamme fanno "vita di spogliatoio", entrano più in confidenza tra loro e hanno meno inibizioni. Si tratta di un clima rilassato, senza timori e quindi favorevole allo sviluppo dell'attività, alla condivisione di eventuali problemi e di conseguenza alla loro sdrammatizzazione La piscina può essere considerata il luogo ideale per svolgere attività motoria durante la gravidanza.

Prezzi

I nostri Corsi